“Ho cercato diverse linee di inlattinamento come parte del nostro processo di pianificazione e Wild Goose è stata la scelta più ovvia. Ho visto i ragazzi dei servizi di inlattinamento porta a porta caricare una Goose nella parte posteriore del loro camion e portarla in giro. Sapere che la loro macchina funzionava bene significava che anche la nostra avrebbe fatto lo stesso.

Quando abbiamo acquistato la nostra Goose, la mia unica preoccupazione era l’eventualità che sarebbe diventata troppo grande. La possibilità di aggiungere un’altra testina di riempimento tramite la piattaforma aggiornabile della Serie Evolution ha risolto ogni mio dubbio. E se non bastasse, risulta piuttosto impressionante che, nei tre anni e mezzo che utilizziamo la nostra Goose, non abbiamo mai dovuto effettuare una singola riparazione alla sigillatrice.

Inoltre, dopo esser passati dalla nostra Wild Goose a una WG5 e aver integrato la Meheen M4, disponiamo della flessibilità necessaria per soddisfare la crescente domanda, possiamo avere tutti gli invii confezionati entro metà settimana, e realizzare tutte le mansioni relative alla gestione del birrificio. Prima di acquistare la Meheen, realizzavamo l’imbottigliamento della nostra stout su una sorta di rudimentale piattaforma di riempimento per birre artigianali. Ma proprio questa mattina il mio staff ha già imbottigliato ed etichettato 85 casse di Imperial stout con la nostra Meheen. Alle 10:30 avevamo già finito raggiungendo degli ottimi numeri. Questa è efficienza.

La qualità è ovviamente importante per molti birrifici e sento che noi di Burial ci atteniamo a standard elevati (a volte quasi esagerati). I consumatori sanno dire cosa è buono e cosa non lo è, ed è per questo che lavoriamo sodo per assicurare la conservazione, l’aspetto e il sapore della birra nel momento in cui arriva al cliente. Questa è solo una parte della cultura aziendale di Burial Beer e Wild Goose ci aiuta a raggiungere questi obiettivi”.